© accioloki
posted 11 ore fa | via | © | 789200
posted 11 ore fa | 5

Povero il mio navigatore

Dopo cinque volte che gli faccio ricalcolare il percorso mi risponde direttamente “va addò vuò tu e nun m’scicassà o’cazz!”.

Traduzione: recati dove preferisci e non importunarmi oltre. 

posted 11 ore fa | 5

La verità è che

nei miei post non c’è alcuna coerenza cronologica, annoto tutto su una specie di diario elettronico o su dei quadernini e quando ho voglia e tempo ricopio sul blog, salvo il post nelle bozze e lo pubblico quando più mi pare. Quasi mai ciò che scrivo è un avvenimento della giornata, la maggior parte delle volte sono fatti o pensieri risalenti a diversi giorni o settimane prima. 

posted 11 ore fa | 3

Niente storie sciolte e il contrario

Questi sono solo flussi di pensieri che mi hanno impegnato il pomeriggio, mi andava di annotarli e l’ho fatto.

Uno dei miei peggiori difetti che non sono mai riuscito a correggere è l’incapacità di costruire legami saldi, raramente i rapporti che ho allacciato sono sopravvissuti alla caduta delle costrizioni che in qualche modo li avevano alimentati (stessa classe, stesso sport, stesso ambiente). Ho sempre avvertito un senso di mancanza, come se qualcosa non fosse al posto giusto, mi sono spesso sentito come l’ultimo elemento di un gruppo, non come se non fossi desiderato ma nemmeno mi sentivo necessario, parte dello sfondo più che dei personaggi.
Attribuisco tutto al mio caratteraccio, troppo schivo, torvo e piagnucolone, mi sono sentito solo tante volte, al punto da convincermi che è questa la condizione più adatta a me. La cosa peggiore è che mi sono sentito solo pur essendo insieme ad altri e questo per me vuol dire che il problema non esiste, è tutto nella mia testa e paradossalmente così è anche peggio.

Nonostante mi sia convinto che questo stato mi compete ho comunque continuato ad avvertire la mancanza di qualcosa, o meglio qualcuno che fosse capace di ribaltare il mio umore. Non doveva essere una compagna ma piuttosto una compagnia, era questo genere di rapporto che cercavo e ci sono stati momenti in cui pensavo anche di averlo trovato, però mi rendo conto di essermi sbagliato o forse più semplicemente sono io quello fatto in modo sbagliato. Continuo a sentirmi sempre uguale e a vivere i rapporti sempre allo stesso modo, anche le mie storie hanno sempre stonato per qualche nota infelice di cui ancora una volta mi prendo la responsabilità. Desideravo trovare una persona speciale, ma volevo tutto subito e la paura che potessi sbagliarmi inaspriva le mie frustrazioni con risultati terribili, i miei dubbi continui mi impedivano di legarmi veramente a qualcuno e affezionarci a due velocità diverse ha sempre portato alla rottura del rapporto.
Mi rendo conto di aver sbagliato tante cose e sono anche conscio che a certi errori non si può porre rimedio.

posted 11 ore fa | 3

Sono andato a mare e ora ho il naso rosso e i capelli un po’ più arruffati del solito. 

(in serata magari vado dal barbiere) 

posted 1 settimana fa | 20

L’unico stato emotivo che un uomo può capire è il senso di fame e sazietà, qualsiasi altro umore femminile rimarrà per sempre incomprensibile.

posted 1 settimana fa | 3

Ho quasi finito, mi faccio massacrare un attimo e poi torno a casa.

posted 1 settimana fa | via | | 27

sub-dolamented:

disegnavo sulla sabbia i miei progetti esistenziali, miraggi nel deserto, gabbiani senza ali;
fervevo di ambizioni di improbabile attuazione, cercavo il treno giusto ma non ero alla stazione

posted 1 settimana fa | 27

Certa gente si laurea e io cerco di scoprire la giusta proporzione fra latte e cereali, ad ognuno i suoi successi nella vita. 

posted 2 settimane fa | 12

Ultimamente mi faccio troppe felfie, sto diventando mongoloide.

In realtà lo sto facendo apposta per poter dire che è colpa dello studio, così ho una scusa per studiare meno, già studio poco ma si può sempre migliorare.

#foto
posted 2 settimane fa | 3

Ho ripetuto troppe pagine e il mio cervello fa cacchina, voglio dormire ma fa troppo caldo. Disagio.

posted 2 settimane fa | 11

Ho iniziato a comprare le piantine per la mia camera, molto presto dormirò in un vivaio :)

posted 2 settimane fa | 17

La vacanza per me: è quella cosa che ti svegli la mattina e non hai un numero imprecisato di pagine da recuperare, non importa che tu sia al mare, in montagna o sul divano con le cosce aperte e un ventilatore puntato sull’inguine, è pur sempre vacanza.

posted 2 settimane fa | 10

Svegliarsi troppo presto al mattino è pericoloso, sono entrato in bagno per lavare la faccia e invece ho iniziato a spazzolarmi i denti con il sapone per le mani. Perché?

posted 2 settimane fa | via | © | 144348

dentrounanuvolazzurra:

hho-hhe:

When someone unfollows me I take it very personally.

hahahahahahahahahaha